Decalogo dell’attore

Dedicato agli attori dei miei cortometraggi.

1) Arrivo sul set preparato/a… l’idea di farmi suggerire le battute da un altro attore, che ha studiato la mia parte più di me, sarebbe troppo umiliante.

2) La notte prima delle riprese faccio un sonno di bellezza e non le ore piccole bevendo Negroni sbagliato o altri alcolici.

3) Non mi presento sul set con tre quarti d’ora di ritardo dicendo: “scusa, ora vado un attimo al bar a fare colazione con cornetto e cappuccino”.

4) Sono disposto/a a indossare qualsiasi capo prepara la costumista: dalla calzamaglia medievale al baby-doll. Se mi si dice di ritornare sul set con gli stessi vestiti, mi impegno a conservarli con cura ed evito di presentarmi la settimana successiva con indumenti identici, ma di colore leggermente diverso con scuse quali: “mia sorella mi ha preso i jeans”, “mia madre ha messo da lavare il maglioncino” e “il mio cane ha fatto a brandelli le ballerine”.

5) Per tutto il tempo delle riprese tengo il telefono in modalità aereo e cerco di non perdere la concentrazione, anche quando l’operatore di ripresa mi rivolge simpatiche battute. Ripeto la scena tutte le volte che serve e non mi innervosisco se al ventesimo ciak la comparsa sullo sfondo sbaglia l’entrata in scena.

6) Evito di prendere il sole durante il periodo delle riprese e se mi spunta un brufolo meno visibile di un punto nero non metto in allarme la regista dicendole: “mi è comparso un brufolo enorme sulla punta del naso, in tre giorni non può sparire, sostituiscimi!”.

7) Non mi imbarazzo se la regista sul set mi chiede di baciare appassionatamente un’attrice o un attore, anche se nella sceneggiatura non è prevista questa scena.

8) Se durante le riprese qualche passante curioso si ferma a osservare la scena, non mi distraggo. E se dopo mezz’ora è ancora lì a guardarmi incantato, mi avvicino a lui concedendogli un autografo.

9) Il doppiaggio non mi spaventa, se occorre sono pronto/a a farlo… anche in una tenda.

10) Mi impegno a non diffondere soggetto, sceneggiatura e qualsiasi altro materiale preparatorio per il corto. Se la regista dovesse scoprire su Facebook o altrove qualche mia infrazione mi prenderò una strigliata che ricorderò per molto tempo e, eventualmente, lascerò il posto a un altro attore/attrice.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *