Blog

Tunnel Boulevard, arte urbana e partecipazione

  • 02/12/2022

Qualche settimana fa ho visitato la mostra interattiva Comunità Sensazionale che si è tenuta presso Mosso Milano. Molto più di una mostra, un’esplorazione multisensoriale dei tunnel di via Pontano con l’obiettivo di creare una stretta relazione con gli abitanti di via Padova. Il progetto, realizzato dagli studenti del corso di Community Design della laurea magistrale in Social Design della NABA (Nuova Accademia di Belle Arti di Milano) in collaborazione con T12 Lab e Laboratorio Silenzio, è nato per dialogare con la comunità che vive nel quartiere o che lo attraversa percorrendo i tunnel.

Comunità Sensazionale

Comunità Sensazionale fa parte del progetto Tunnel Boulevard, un processo che prevede la rigenerazione dello spazio pubblico di via Pontano (da via Padova a viale Monza) e dei suoi tunnel ferroviari con interventi di design sociale e arte pubblica coinvolgendo la cittadinanza e creando coesione sociale nell’ambito del Patto di Collaborazione con il Comune di Milano. Il progetto nasce dall’idea di trasformare un’area del quartiere in stato di degrado in uno spazio pubblico condiviso, inclusivo e libero.

Via Padova è un quartiere multietnico, situato nella periferia nord-est di Milano, in cui si mescolano culture e stili di vita diversi, in cui convivono integrazione e intolleranza. Per molto tempo la zona è stata tristemente conosciuta per storie di violenza, miseria, illegalità, disagio sociale. Storie ben raccontate da Matteo Speroni nel libro I diavoli di via Padova. Cronaca di un inferno annunciato.

Sono numerosi gli interventi nell’ultimo anno: nei sottopassaggi ferroviari di via Padova è stata realizzata la prima galleria d’arte pubblica in un tunnel a Milano, durante la Milano Design Week si è svolta un’azione performativa di poster art e arte pubblica da parte degli studenti di Community Design e Communication Design della NABA, durante la Civil Week la cittadinanza ha contribuito a dipingere di blu le aree pedonali tra via Pontano e via Morandi…

Il colore è una forma di intervento democratica e sostenibile. Il colore è un mezzo povero ed economico, con cui è possibile trasformare velocemente, e altrettanto efficacemente, gli spazi urbani. Tunnel Boulevard è anche un progetto di placemaking, un progetto che ha come funzione quella di creare dei legami tra gli abitanti e i luoghi urbani e di stringere dei rapporti tra le persone che afferiscono alla comunità.

Il progetto intende valorizzare anche le mura di sostegno del viadotto lungo via Pontano, mettendo in luce la galleria di murales a cielo aperto, esempio di street art cittadina e muri liberi.

Tunnel Boulevard

La recente riqualificazione della zona è stata possibile grazie al Comune di Milano e al supporto di diverse società che hanno realizzato alcuni interventi. Come quello di illuminazione pubblica con l’installazione di nuovi corpi illuminanti che hanno aumentato la visibilità notturna. Sappiamo quanto sia importante l’impatto della luce sulla percezione di sicurezza dei luoghi pubblici.

Da poco è stato inaugurato il landmark VIAPADOVAMONDO, il risultato di un contest rivolto agli studenti universitari di arte, architettura e design che hanno saputo interpretare l’identità di un quartiere, trasformando un pannello pubblicitario in un landmark, ben visibile sia di giorno sia di notte, con un forte messaggio di inclusione e condivisione rivolto a tutte le persone che attraversano via Padova.

ViaPadovaMondo

La città può essere vista come un grande laboratorio in cui sperimentare. Anche prossimamente continueranno gli interventi di rigenerazione urbana dove parteciperanno tutti coloro che desiderano che questo luogo diventi una risorsa per il quartiere.

Categorie

RSS

New membership are not allowed.