Caffè per due

Ebbene sì, lo ammetto, ho ceduto alla tentazione di scrivere un’altra scena teatrale.
Sono passati ormai dieci anni dal noto Tè per tre, ma non sono andata molto lontano… ecco servito il Caffè per due 🙂

Personaggi:
Rachele, la mamma
Angela, la figlia

Domenica di metà agosto.
Stanza con cucina e salotto non divisi.
Rachele e Angela hanno appena finito di pranzare.

Rachele
Preparo io il caffè!

Angela
Va bene, intanto io metto in tavola lo zucchero.

Mentre Rachele prepara il caffè, Angela porta in tavola i cucchiaini, lo zucchero e lo shaker.

Rachele (portando in tavola le due tazzine col caffè)
Ecco, è pronto!

Angela (prendendo con una mano lo shaker)
Mamma, io lo prendo ghiacciato.

Rachele
Io lo preferisco caldo.

Angela
Oh no, ho dimenticato il ghiaccio in cucina!

Rachele
Vado a prenderlo.

Rachele torna con in mano il contenitore del ghiaccio.

Angela
Grazie, mi bastano due cubetti. Questi li puoi riportare in freezer.

Rachele
Uffa, così il mio caffè si raffredda!

Angela agita energicamente lo shaker.

Angela
Ma come si apre questo shaker?! Mamma, potresti provare anche tu?

Rachele
Prima fammi bere il mio caffè, a me piace caldo!

Angela
A me invece piace ghiacciato, e se aspetto che tu finisca di berlo… il mio caffè diventa caldo.

Rachele
Ok, ci provo.

Dopo diversi tentativi, lo shaker si apre.

Angela
Finalmente!

Rachele e Angela si guardano soddisfatte e dopo aver bevuto un sorso di caffè, esclamano insieme:

Non è così male il caffè tiepido!

FINE


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *