Nomen floris

Una si sforza a imparare i nomi delle piante che fotografa, e poi sfogliando un libro di botanica si ritrova questi nomi evocativi.

Bocca di leone

Dente di cane

Baffi di gatto

E c’è anche la Cresta di gallo.

Vabbe’, adesso che ho capito il meccanismo che ci sta dietro, potrei quasi assegnare ai fiori del mio giardino nomi a casaccio… e rischio pure di azzeccarci.


5 Risposte

  1. IG
    | Rispondi

    Per premiare la tua ricerca ti donerò un mazzolino di sparvieri lanosi,
    che non sono dei simpatici rapaci con la pelliccia, ma sono dei fiorellini gialli…
    http://tinyurl.com/57wqfe

    Ma occhio ai nomi volgari alternativi dello sparviero lanoso:
    pelosella, sparviere pelosetto, orecchio di topo, erba molinara, pulsella, lingua di gatto, margarida zalda, erba da tai, erba setolina, stagnasangue, pilusedda…
    http://www.funghiitaliani.it/index.php?showtopic=10020
    (e non mi chiedere come mai la scheda viene da sito funghiitaliani.it 😉

    Credo che in effetti tu abbia colto perfettamente il meccanismo…

    • Cecilia
      | Rispondi

      ti ringrazio IG, sei riuscito a trovare il nome di questo fiore 🙂

      a questo punto ti affido il compito di cercare gli altri nomi mancanti delle foto nel set Piante su Flickr 😉

  2. fabiob
    | Rispondi

    mmm… la cresta di gallo nn mi scompiffera più di tanto :

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *